Scrivere il curriculum vitae

Pubblicato da | dicembre 10, 2018 | curriculum

Ecco come preparare un curriculum vitae efficace

Tutti ci siamo trovati prima o poi davanti alla necessità di dover inviare la nostra candidatura ad un’offerta di lavoro e quindi redigere il nostro curriculum con la speranza che venga preso in considerazione.

Ebbene, proprio perché indispensabile, il curriculum è uno strumento che deve essere sempre tenuto aggiornato, anche quando si è già inseriti nel mondo del lavoro.

Il curriculum vitae deve rappresentare le tue esperienze, capacità e competenze che possono attirare l’interesse del selezionatore dell’azienda per la quale ti stai candidando.

Ricorda: al CV è sempre bene accompagnare una lettera di presentazione indirizzata all’azienda in cui vuoi sostenere il colloquio, alle volte questa risulta più determinante del curriculum stesso.

Come preparare quindi un curriculum efficace?

Sicuramente ti potrà essere d’aiuto cercare in rete alcuni esempi di CV per trarne spunti e suggerimenti e agevolarti nella stesura del CV, ma stai sempre attento a non dilungarti troppo, un buon curriculum deve essere spiegato in massimo due pagine.

Chiarezza espositiva, capacità di sintesi e fluidità devono essere le caratteristiche del testo che ti accingi a scrivere e che ti permetteranno di attirare l’attenzione del selezionatore.

Una cosa molto importante, che spesso non viene data molta attenzione, è: i curriculum devono essere adattati in base alla posizione lavorativa per cui vi state candidando.

Prima di redigere il tuo CV, cerca quindi di analizzare bene la posizione lavorativa che dovresti ricoprire, studia l’azienda cercando di trovare gli elementi del tuo CV da valorizzare.

Un buon curriculum vitae è strutturato in blocchi e solitamente viene sviluppato in sezioni:

  • Dati anagrafici: nome, cognome, indirizzo, telefono, luogo di nascita, stato civile.
  • Esperienze formative: studi compiuti (Parti sempre dal titolo più recente fino al diploma superiore). Se i voti scolastici sono buoni, indicali, diversamente è meglio farne a meno. In caso sei un laureato, annota l’argomento della tesi di laurea.
  • Esperienze professionali: Occupazione attuale e precedenti: specifica sempre la posizione ricoperta in termini soprattutto di obiettivi e responsabilità, dipendenza, collaboratori etc. e anche qui mantieni un ordine cronologico decrescente. In questa sezione specifica eventuali conoscenze ed esperienze acquisite: che cosa si sa fare e in quali campi, con quali metodologie, trasferibilità ad altri settori, punti di forza e di debolezza.
  • Conoscenza lingue straniere: devi indicare il livello di padronanza delle lingue straniere relativamente a comprensione del testo, conversazione, traduzione.
  • Conoscenze informatiche: linguaggi di programmazione, capacità di utilizzo dei principali pacchetti software, esperienze specifiche su programmi grafici, gestionali, di database.
  • Interessi extra professionali: inserisci i tuoi hobby, se partecipi ad attività culturali, volontariato, ecc.

Attenzione agli errori!

Controlla sempre gli errori! Una rilettura non è mai di troppo. Prima di utilizzare il curriculum in qualunque caso (pubblicarlo sui siti di recruiting online, inviarlo alle Aziende per candidature spontanee o in risposta ad un annuncio di lavoro) controlla che:

  • non ci siano errori grammaticali e/o di ortografia
  • i termini inglesi (programmi informatici, job title, nomi di Aziende) siano riportati correttamente
  • gli eventuali siti Internet segnalati nel curriculum siano tutti esistenti e validi (siti di portfolio o di Aziende in cui si è lavorato)
  • le date siano corrette
  • i dati personali siano aggiornati e utilizzabili (numero di cellulare e indirizzo email)
  • il riferimento al trattamento dei dati personali sia aggiornato

33 visualizzazioni totali, 1 oggi

Tags: ,